MMH HA HA HA, DA DA DA

I millenium amano il trap. Lo prova il successo di artisti come Sfera Ebbasta e Achille Lauro, divenuto famoso, quest’ultimo, per la sua performance all’ultimo Festival di Sanremo, vetrina musicale generalmente preda di sonorità commerciali e lontane dallo spirito anticonformista e di protesta tipiche del trap. Per chi non conoscesse questo genere, il trap nasce originariamente nel sud degli Stati Uniti evocando non velatamente l’uso della droga come stile di vita (trapping, in slang, significa spacciare). L’ultimo prodotto artistico, ancora per lo più sconosciuto agli amanti del genere, si chiama Young Signorino, al secolo Paolo Caputo, trapper diciannovenne di Cesena. Padre di un figlio, è stato ricoverato più volte in clinica psichiatrica. Una overdose di psicofarmaci lo ha portato vicino alla morte ed al risveglio dal coma, la sua personalità è cambiata. La sua recente hit, “Mmh Ha Ha Ha” rifà il verso alla celebre “Ich lieb Dich nicht, Du liebst mich nicht”, meglio conosciuta come “Da Da Da”, del mitico gruppo tedesco “Trio” la cui cover, “Son tutti figli di Bearzot”, celebrò la storica vittoria della Nazionale Italiana nel 1982, divenendo il tormentone di quella estate. Un influsso molto commerciale e lontano dalle origini trap ma che certamente sarà proficuo per il percorso musicale del giovane artista.

Annunci