TRUMP IN CARCERE!

I dubbi attanagliano i democratici americani. Se nel 2020 dovranno decidere, attraverso primarie e caucus, chi debba rappresentare il partito di Andrew Jackson nella sfida presidenziale con Trump, in questo secondo scorcio di 2019, si dividono sulla richiesta di stato d’accusa del Presidente Repubblicano in merito ai presunti tentativi di Mosca di influenzare le elezioni statunitensi del 2016, favorendo la vittoria del candidato repubblicano. Se la speaker Dem della Camera, Nancy Pelosi, pur stigmatizzando «il comportamento altamente non etico e non scrupoloso» del tycoon, frena su questa ipotesi, la candidata alle primarie democratiche per il 2020, Elizabeth Warren, potente Senatrice del Massachussets, ha affermato che «chiunque altro negli Usa avesse fatto ciò che ha fatto Trump sarebbe già in carcere».

Annunci