TRUMP TRADITO

Donald Trump convoca l’Amministratore delegato e co-fondatore di Twitter, Jack Dorsey, alla Casa Bianca. Il motivo? La perdita di followers sul canale social del Presidente degli Stati Uniti. Un calo, che a detta del Washington Post, sarebbe imputabile ad una strategia secondo la quale, attraverso una manomissione forzata dei followers presidenziali, Twitter limiterebbe il pubblico dei conservatori. L’incontro, ufficialmente programmato per trattare argomenti legati ai social network, è avvenuto a seguito delle continue accuse che Trump muove, da tempo, nei confronti di Twitter dichiarando che la società non lo tratterebbe bene. Per l’Ad Dorsey, la diminuzione dei follower sarebbe imputabile alla rimozione di numerosi profili fake attuati ciclicamente dal social network, affermando che «la conversazione, non il silenzio, spinge verso soluzioni». Rispondendo al tweet del Presidente USA, Dorsey ha ringraziato Trump ribadendo che Twitter è nata per servire «l’intera conversazione pubblica» cercando di renderla «più sana e civile».

Annunci