UN TUFFO TRA I LIBRI

Per chi ama la lettura, per chi ama sfogliare un libro, per chi ama l’odore della carta stampata, l’esperienza di un viaggio tra gli stand del Salone del Libro rappresenta un appuntamento irrinunciabile, ogni anno, da 32 anni a oggi. Ieri sono stato al Salone, mi sono inebriato di profumi, frasi, copertine, contenuti; ho incontrato persone: tante curiose di scoprire, tante impegnate in una ricerca appassionata, tante ancora (forse troppe) presenti unicamente per poter poi dire di esserci stati, tanti infine a caccia del vip col quale immortalarsi in un’immagine che percorrerà in lungo e in largo l’etere del web.

Annunci

Quello del Salone del Libro è un momento che…fa bene! Avvicina alla cultura anche chi lo vive in maniera quasi inconsapevole, come alcuni dei visitatori appena citati. Si entra curiosi e se ne esce sicuramente diversi. Il Salone, quei libri, quegli scrittori che raccontano, regalano la consapevolezza dell’importanza della cultura. Se è vero (ed è vero!) che nel percorso della nostra esistenza ogni persona che incontriamo ci…cambia, ogni parola, ogni sguardo, ogni contatto, ci rende un po’ diversi da come eravamo prima, ci arricchisce, figuriamoci che effetto devastante possa apportare un buon libro sulle nostre idee, sul nostro modo di agire. Girare nei padiglioni del salone, pur tra qualche manchevolezza organizzativa (eh, che sarà?, siamo solo alla trentaduesima edizione, si sta facendo esperienza!), pur nel caos di una domenica di maggio, pur dovendosi arrabattare tra mille e mille proposte diverse, è esperienza appagante.

Annunci

Nel mio giro ho incontrato tre personaggi che mi hanno emozionato. Un giovanissimo ottantatreenne che ha fatto la storia dello spettacolo, del sociale e della cultura del nostro Paese: Pippo Baudo, alla cui conferenza sono entrato scettico e ne sono uscito conquistato. Due uomini di sport come Billy Costacurta, campione del calcio e Marco Cattaneo, giornalista Sky, capaci di parlare in maniera divertita di un mondo che si prende sempre troppo sul serio. Oggi il Salone chiude. Sto già aspettando con curiosità e gioia l’edizione 2020.

Annunci