“TIRAMOLLA” ALLEGRI

I giornalisti che operano sul fronte bianconero torinese hanno ormai da alcune settimane perso ogni interesse di classifica per quanto riguarda Ronaldo e compagni, ma le pagine dei giornali vanno pur riempite…e allora, con largo anticipo sui tempi canonici, è già partito il tormentone sul mercato, che ci terrà avvinti fino al prossimo (e oggi lontanissimo) 2 settembre, alle notizie, agli scoop, alle bufale quotidiane. E se già il popolo bianconero viene stimolato dai possibili arrivi di un difensore biondo olandese o di un centrocampista nero di origini afro, o dalla ventilata partenza della “gioia” argentina, in questo ultimo periodo a tenere banco è la questione allenatore.

Annunci

Allegri va, Allegri resta, Allegri incontra Agnelli, oggi, domani, forse settimana prossima, chissà quando… e intanto i giorni passano e l’incertezza aumenta. Domenica all’Allianz Stadium di Torino si terrà l’ennesima festa scudetto di questi anni: chissà se il mister livornese saluterà la platea o se salirà sul palco dando appuntamento a tutti per i festeggiamenti 2020? L’aria che si respira alla Continassa non è delle più rilassate. Il flop di Champions non può essere compensato dall’ottava meraviglia. Da tempo i tifosi chiedono di più. Chiedono di veder realizzato quel sogno che si è trasformato negli anni (soprattutto in questi ultimi) in un vero e proprio incubo.

Annunci

Manca la vittoria che conta più di tutte, manca un gioco piacevole e spumeggiante, troppi calciatori sono vittime di infortuni muscolari, alcuni di loro, poi, vengono impiegati poco e male: queste le accuse mosse ad “Acciughina”. Sostituirlo, però, non è semplice. Non si parli di Conte, per favore! Che credibilità si può dare a chi ti abbandona in braghe di tela a stagione già iniziata?!
Su piazza ci sono solo…scommesse.
O arriva Guardiola, o arriva Klopp. Tutto il resto è noia!
E allora mi sa che, al termine del tiramolla, resteremo Allegri.

Annunci