SESSO TRASGRESSIVO E FREQUENTE: LA NUOVA FRONTIERA DELL’ITALIA

“Come è bello far l’amore da triste in giù…” cantava quarant’anni fa Raffaella Carrà scatenando le ire dei benpensanti dell’epoca. A distanza di quasi un lustro, le abitudini degli italiani sono mutate anche sotto il profilo del piacere stesso. dal rapporto Censis-Bayer, emerge una Italia sempre più dedita alla trasgressione, sia nell’immaginario che nelle abitudini pratiche. Nella fascia di età che va dai 18 ai 40 anni, l’80,7% fa sesso orale, il 67% pratica la masturbazione reciproca, il 46,9% usa un linguaggio osceno durante i rapporti, il 33,1% pratica il sesso anale, il 24,4% usa oggetti, cibi o bevande per giochi erotici, il 16,5% scatta foto o registra video durante i rapporti, il 16,5% fantastica apertamente con il partner su altri possibili partner, il 13,1% ha rapporti sessuali a tre o più persone, il 12,5% pratica il bondage o il sadomasochismo.

Annunci

Il numero medio di partner sessuali avuti a quarant’anni è 6: 4 per le donne, 7 per gli uomini. Nell’ultimo rapporto su questo tema, risalente a vent’anni fa, si leggeva che il 50% delle donne entro i quarant’anni aveva avuto rapporti con un solo partner, dato sceso oggi al 39,6%, mentre per gli uomini è sceso dal 24,7% al 22%. Aveva avuto sei o più partner Il 12,7% delle donne aveva avuto sei o più partner, un dato salito oggi al 15,8%, mentre per gli uomini è salito dal 32,4% al 40,5%. Vent’anni fa faceva sesso almeno due o tre volte alla settimana il 35% dei 18-40enni, oggi il 41,6% (e l’8,4% lo fa tutti i giorni). In media i 18-40enni italiani hanno 1,8 rapporti sessuali alla settimana, 8 al mese.

Annunci